Imprese in avviamento – Ecco i fondi per i progetti sopra i 250.000 Euro

Imprese in avviamento, al via il bando – Ecco i fondi per i progetti sopra i 250.000 Euro 

L’obiettivo è sostenere i nuovi soggetti e le nuove idee favorendo la creazione di imprese e, quindi, un’occupazione stabile, che possano portare linfa e nuove prospettive al tessuto produttivo siciliano, incoraggiando così il talento imprenditoriale e l’interesse verso chi intraprende percorsi virtuosi e innovativi. Con tale azione si punta a creare nuove imprese prevalentemente negli ambiti tematici identificati dalla Strategia Regionale dell’Innovazione per la Specializzazione Intelligente, tenendo conto sempre dei valori e delle potenzialità espresse dal territorio di riferimento.Il predetto obiettivo verrà attuato mediante la concessione di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale, alle piccole imprese in fase di avviamento, sulla base di una procedura valutativa a sportello.
L’investimento oggetto dell’agevolazione dovrà essere realizzato e localizzato nel territorio regionale siciliano.
La dotazione finanziaria disponibile è pari a 30.000.000 euro.

Possono presentare domanda:

  • Micro e Piccole Imprese, non quotate fino a cinque anni dalla loro iscrizione al registro delle imprese che non hanno ancora distribuito utili e che non sono state costituite a seguito di fusione. Per le imprese ammissibili non soggette all’obbligo di iscrizione al registro delle imprese, il periodo di ammissibilità di cinque anni può essere considerato a partire dal momento in cui l’impresa avvia la sua attività economica o è soggetta a imposta per tale attività.
  • Non sono ammissibili i progetti presentati da imprese operanti nei settori della pesca e acquacoltura e delle produzione primaria di prodotti agricoli.
  • Le piccole imprese saranno considerate ammissibili se esercitanti una attività identificata come prevalente, rientrante in uno dei codici ATECO ISTAT 2007 di cui all’allegato 2.9 dell’avviso.
  • Il costo totale ammissibile del progetto non deve essere inferiore a 250.000,00  euro.

    I progetti dovranno concludersi entro 18 mesi dalla data di pubblicazione del decreto di approvazione della convenzione.

    Le spese ammissibili sono quelle relative a opere murarie (al fine di limitare nuovo consumo di suolo sarà consentita la valorizzazione e il recupero di patrimonio edilizio esistente non ancora pienamente realizzato e quello in disuso), impianti, macchinari e attrezzature, servizi di consulenza (fino a max euro 15.000,00).

    Gli aiuti sono concessi nella forma di contributi in conto capitale fino a una misura massima pari al 80 % della spesa ritenuta ammissibile. L’importo massimo dell’aiuto concedibile è pari a Euro 800.000,00.

    Il contributo non è cumulabile con altri finanziamenti pubblici, nazionali, regionali o comunitari, per le stesse spese ammissibili.
    Le domande, pena inammissibilità, dovranno essere inoltrate via web avvalendosi del portale delle agevolazioni: http://portaleagevolazioni.regione.sicilia.it , secondo le procedure indicate nello stesso sito. Le domande dovranno essere inviate a partire dalle ore 9 del settantaduesimo giorno (e quindi dal 3 Settembre 2017) sino alle ore 12,00 del ottantaduesimo giorno (e quindi sino al 13 Settembre 2017) dalla pubblicazione del presente avviso sulla GURS.

     

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *